Festival della paura
tra cinema e letteratura

Il FIPILI Horror Festival di Livorno, festival tematico della Paura e del Fantastico tra cinema e letteratura, giungerà nel 2019 alla sua ottava edizione. Unico nel suo genere, il festival è una manifestazione culturale che affronta la “Paura” in tutte le sue accezioni e sfumature: nel mondo del cinema attraverso proiezioni di film e cortometraggi di genere horror, thriller, fantastico e di fantascienza; nel mondo letterario con presentazioni e reading di opere, entrambi legati a incontri e dibattiti con psicologi ed esperti del settore.

Il festival è una vera e propria maratona del terrore, dove si susseguono in più giornate:

– proiezioni di film in anteprima nazionale, tra grandi classici e piccoli cult;

– proiezione e presentazione di cortometraggi a tema validi per due concorsi nazionali e un concorso specifico per opere di produzione straniera;

– incontri con ospiti nazionali ed internazionali (scrittori, registi, attori, illustratori, psicologi);

– reading letterari;

– lectio magistralis;

– laboratori giornalieri (di scrittura creativa, regia ed effetti speciali per il cinema);

– concorso letterario per racconti e poesie con tema “la paura”;

– spettacoli teatrali;

– mostre collaterali di arte contemporanea, di locandine e cinemabilia horror;

– conferenze.

Il cuore pulsante del festival risiede negli incontri con i prestigiosi ospiti, esperti per i vari campi d’interesse, e nella presentazione di opere indipendenti di giovani autori che si mettono in gioco per raggiungere la giusta visibilità e celebrare la vivace realtà artistica livornese.

Culmine di ogni edizione del festival sono le premiazioni dei nostri concorsi:
Concorso video per cortometraggi dedicato a opere nazionali e internazionali con una giuria composta da esperti. Lo scorso anno era formata dai registi Antonio e Marco Manetti (Manetti Bros), dalla giornalista Valentina D’Amico e dai critici cinematografici Federico Frusciante, Filippo Mazzarella e Fabio Canessa.
Concorso letterario dal particolare titolo “LA PAURA FA 90 (RIGHE)” dedicato a racconti e poesie con tema “la paura”, la cui particolarità si deve alla lunghezza delle opere, che non devono superare le 90 righe di testo.
Giuria letteraria illustre quella della passata edizione, composta dallo scrittore e giornalista Paolo Morelli, dal regista teatrale Gaetano Ventriglia, dallo scrittore Giorgio Bernard e infine da Anna Pastore, editor italiana di Stephen King.

La partecipazione ai concorsi vede arrivare in media 150 cortometraggi e più di 200 opere letterarie ogni anno.
Nei suoi primi sette anni il FIPILI Horror Festival ha accolto circa 6000 persone nella città labronica. Sono stati ospitati numerosi artisti, che hanno partecipato alle attività del festival in prima persona o tramite interventi video. Si possono citare, tra i tanti, George A. Romero, Dario Argento, Tim Willocks, Maurizio Nichetti, Sergio Stivaletti, Enzo Sciotti, Giulio Giorello, Fabio Frizzi, i Manetti Bros, Pupi Avati, Lamberto Bava, Ruggero Deodato, Valter Casotto, Cecilia Scerbanenco, Massimo Carlotto, Sergio Martino, Ivan Zuccon, Luigi Cozzi, Claudio Simonetti, Fabio Guaglione e Fabio Resinaro, i Licaoni e Federico Frusciante. Circa 500 sono state le iniziative create dal festival, tra proiezioni in anteprima, workshop, retrospettive, incontri letterari e spettacoli teatrali, attività volte alla divulgazione cinefila realizzate in collaborazione con cinema o festival della Toscana come il Cinema Arsenale di Pisa o il Presente Italiano di Pistoia. Sette le strutture livornesi adibite a location: tra le più rilevanti si ricordano il Nuovo Teatro delle Commedie, il Cinema 4 Mori, il Cinema La Gran Guardia, la Fortezza Vecchia e gli Asili Notturni con oltre 50 operatori del turismo coinvolti.

Festival of fear between
cinema and literature

The FIPILI Horror Festival held in Livorno, festival of the Horror and the Fantastic in cinema and literature, will reach its eight edition in 2019. One of a kind, this cultural event has a particular focus on the “Fear” in all its forms and nuances: film showings of movies and short movies (horror, thriller, fantasy and sci-fi as genres) for the cinematographic area; the presentation and the reading of works for the literary area.
The festival is a real horror marathon and every day there will be:

– film showings of pre-release in Italy, with both great classics and little cult movies;

– film showing and presentation of the short movies submitted to the two national contests (horror/thriller and fantastic/sci-fi) and to the one specifically dedicated to works of foreign production;

– meetings with national and international guests (writers, filmmakers, actors, illustrators, psychologists); 

– readings of literary works;

– lectio magistralis;

– daily workshops (creative writing, filmmaking and special effects for the cinema);

– literary contest for tales and poems with “fear” as main theme;
– theatrical performances;

– exhibitions of contemporary art, of posters and other horror cinemabilia;

– conferences.

The beating heart of the festival lies in the meetings with distinguished guests, experts of the various fields, and in the presentation of independent works by young authors, who put themselves on the line to reach a good visibility and celebrate the lively reality of art in the city of Livorno.

Every edition ends with the award ceremony of our contests:
Audiovisual contest for the short movies dedicated to both national and international works with a jury composed by experts. Last year the jury was formed by the couple of filmmakers Antonio and Marco Manetti (Manetti Bros), the journalist Valentina D’Amico and the film critics Federico Frusciante, Filippo Mazzarella and Fabio Canessa.
Literary contest with the particular title “LA PAURA FA 90 (RIGHE)” (it’s a wordplay on an Italian proverb literally translatable as “fear makes ninety (lines)”, but meaning “fear is an ugly beast”,) dedicated to tales and poems with “fear” as main theme. The texts must not exceed the 90 lines.
The eminent literary jury of the past edition was composed by the writer and journalist Paolo Morelli, the theatre director Gaetano Ventriglia, the writer Giorgio Bernard and by Anna Pastore, Italian editor of Stephen King.
Every year we receive around 150 short movies and more than 200 literary works for the contests.
In its first seven years of life, the FIPILI Horror Festival has welcomed about 6000 people in Livorno. Hundreds of artists were involved in the festival and participated directly in the activities or attended the festival through videos. Among the others, we can mention George A. Romero, Dario Argento, Tim Willocks, Maurizio Nichetti, Sergio Stivaletti, Enzo Sciotti, Giulio Giorello, Fabio Frizzi, Manetti Bros, Pupi Avati, Lamberto Bava, Ruggero Deodato, Valter Casotto, Cecilia Scerbanenco, Massimo Carlotto, Sergio Martino, Ivan Zuccon, Luigi Cozzi, Claudio Simonetti, Fabio Guaglione and Fabio Resinaro, Licaoni and Federico Frusciante. Around 500 initiatives were born thanks to the festival: film showings of previews, workshops, literary meetings, retrospectives, theatrical performances, activities aiming to the cinephile dissemination, with movie theatres and festivals of Tuscany, such as Cinema Arsenale in Pisa or Presente Italiano in Pistoia, as partnerships. Seven are the structures designated as locations for the festival in Livorno: the most important ones are Nuovo Teatro delle Commedie, Cinema 4 Mori, Cinema La Gran Guardia, Fortezza Vecchia and Asili Notturni with more than 50 tour operators involved in the project.

Facebook è il social network principale scelto dal FIPILI per connettersi in tempo reale con il suo pubblico. Se non vuoi perderti niente di quello che sta succedendo...

Associazione Culturale
FIPILI Horror Festival

C.F. 92117600491