Festival tematico della
paura e del fantastico tra
cinema e letteratura

Il FIPILI Horror Festival di Livorno, Festival Tematico della Paura e del Fantastico tra cinema e letteratura, giungerà nel 2018 alla sua settima edizione. Manifestazione unica nel suo genere il festival è una maratona culturale cinematografica e letteraria che affronta la “Paura” in tutte le sue accezioni e sfumature, nel mondo del cinema attraverso proiezioni di film e cortometraggi di genere horror, thriller, fantastico e di fantascienza e nel mondo letterario con presentazioni e reading di opere, entrambe legate a incontri e dibattiti con psicologi ed esperti del settore.

Il festival è una vera maratona del terrore, dove si susseguono in più giornate:
– proiezioni di film in anteprima nazionale, grandi classici e piccoli cult;
– proiezione e presentazione di cortometraggi a tema validi per due concorsi nazionali e un concorso specifico per opere di produzione straniera;
– incontri con ospiti nazionali ed internazionali (scrittori, registi, attori, illustratori, psicologi);
– reading letterari;
– lectio magistralis;
– laboratori/workshop giornalieri (di scrittura, regia ed effetti speciali per il cinema);
– concorso letterario per racconti e poesie con tema “la paura”;
– spettacoli teatrali;
– mostre collaterali di arte contemporanea, di locandine e cinemabilia horror;
– conferenze.

Il fulcro principale del festival sono gli incontri con gli ospiti illustri dei vari settori, alternati ogni anno con presentazione di opere indipendenti di giovani autori che cercano la giusta visibilità senza mai tralasciare la realtà artistica livornese sempre presente in ogni settore.

Culmine di ogni edizione del festival sono le premiazioni dei nostri concorsi:

  • Concorso video per cortometraggi dedicato ad opere nazionali e internazionali con una giuria composta dai registi Antonio e Marco Manetti, dalla giornalista Valentina D’Amico e dai critici cinematografici Federico Frusciante, Filippo Mazzarella e Fabio Canessa.
  • Concorso letterario dal particolare titolo “LA PAURA FA 90 RIGHE” dedicato a racconti e poesie con tema “la paura” la cui particolarità si deve alla lunghezza delle opere che non devono superare le 90 righe di testo.

Giuria letteraria illustre quella della passata edizione composta dello scrittore italiano Maurizio De Giovanni, da Cecilia Scerbanenco (figlia di Giorgio Scerbanenco), dallo scrittore e traduttore Valerio Nardoni (nonché direttore della sezione straniera del Premio Ciampi) e dal giornalista satirico Paolo Morelli.

La partecipazione ai concorsi vede arrivare in media 150 cortometraggi e più di 200 opere letterarie ogni anno.

I primi sei anni del FIPILI Horror Festival hanno visto circa 6000 persone arrivare nella città labronica. Sono stati ospitati un centinaio di artisti, presenti alla manifestazione sia dal vivo che con interventi video o resi partecipi tramite le attività del festival. Si possono citare, tra i tanti, George Romero, Dario Argento, Tim Willocks, Maurizio Nichetti, Sergio Stivaletti, Enzo Sciotti, Giulio Giorello, Fabio Frizzi, i Manetti Bros., Pupi Avati, Lamberto Bava, Ruggero Deodato, Valter Casotto, Cecilia Scerbanenco, Massimo Carlotto, Sergio Martino, Ivan Zuccon, Luigi Cozzi, Claudio Simonetti, Fabio Guaglione e Fabio Resinaro, i Licaoni e Federico Frusciante. Circa 500 sono state le iniziative create dal festival, tra proiezioni in anteprima, workshop, retrospettive, incontri letterari e spettacoli teatrali, attività volte alla divulgazione cinefila realizzate in collaborazione con cinema o festival della Toscana come il Cinema Arsenale di Pisa o Presente Italiano di Pistoia. 7 le strutture livornesi adibite a location: tra le più rilevanti si può citare il Nuovo Teatro delle Commedie, il Cinema 4 Mori, il Cinema La Gran Guardia, la Fortezza Vecchia e gli Asili Notturni con oltre 50 operatori del turismo coinvolti.